Rivedersi, riprendendo un discorso,                 torna a www.puntopace.net
                                          verificando un percorso
(a cura di Giovanni Mazzillo)

Pagine pronte di alcuni di noi, le altre ... in attesa   

Foto del viaggio a Scordia (11-08-09)

Lettera di Angelo Imbriaco dopo il viaggio a Scordia (13-08-09)

Lettera di Anna Vetere sul lavoro silenzioso di alcuni preti (12-08-09)

 

                                         INDIRIZZARIO GENERALE    

                                       Antonino Valenti -  già in cielo

                                Lettera per il suo primo anniversario

 

   Vescovo Mons. Giovanni D'Alise

     Paolo Zona

     Alberto Lucarelli                   

     Giovanni Mazzillo                   

     Sandrino Greco                    

     Dorino Angelillo                     

     Armando Broccoletti             

     Mariano Randello                   

     Angelo Imbriaco                   

 

La gioia di esserci ritrovati….         

Incontro ad ARIANO IRPINO 03.06.09   
cliccare per leggere l'intero testo senza le foto

Sì, la gioia di esserci incontrati ci ha fatto riscoprire, caso mai lo avessimo dimenticato, quant’è grande la gioia di ritrovarsi tra compagni di scuola, più esattamente tra studenti di teologia che erano insieme a Posillipo, presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sezione “S. Luigi”, tra il 1968 e il 1972.

Ospiti di Mons. Giovanni D’Alise, nostro collega allora e oggi Vescovo di Ariano Irpino, cui va tutto il nostro grazie per la disponibilità ed ospitalità, ci siamo incontrati dopo non pochi anni in cui alcuni di noi non si erano più rivisti. (Per la diocesi di Ariano Irpino e il suo attuale Vescovo cf. www.diocesiarianolacedonia.it )

Per la verità nei primi anni, immediatamente dopo aver lasciato il Seminario Campano, avevamo organizzato alcuni incontri. Esattamente tre, anche se la distanza nel tempo e l’assenza di documentazione ha cancellato non pochi particolari. In ogni caso, ci eravamo rivisti a Vieste, Orsomarso e Gela. Dunque in Puglia, Calabria e Sicilia. In sedi così diverse e lontane? Proprio così, perché provenivamo e restiamo in sedi dislocate su tutta l’Italia Meridionale, con qualche eccezione di sconfinamento verso il Centro (Pasqualino Fabrizi, da Frosinone, questa volta non presente, ma che abbiamo ricordato ugualmente, non fosse altro che per il suo originale intercalare: “Ammazza oh, è un macello!).

 


Davanti al duomo di Ariano Irpino:  Uno

 

Per questi tre primi incontri, si prega vivamente quanti possedessero foto, appunti, lettere o semplicemente ricordi, di condividerli al più presto, mandandoli al mio indirizzo, perché possano essere inseriti in queste pagine.

Quello che io riesco a ricostruire è che eravamo allora giovanissimi, ancora freschi di ordinazione sacerdotale e soprattutto colmi della risonanza esistenziale che aveva lasciato in non pochi di noi una condivisione di intenti, di ideali e di sogni. Caso forse piuttosto insolito il nostro: pur non disattendendo mai gli impegni istituzionali del seminario, ci eravamo anche dedicati ad una forma di crescita comunitaria, gestita da noi stessi, che andava dai momenti di preghiera comune, alle giornate domenicali o festive vissute insieme in posti diversi dell’hinterland napoletano, nell’intreccio inestricabile di diocesi e province che si succedono quasi a ogni angolo di strada spesso attaccate l’una all’altra, tra Acerra, Aversa, Caserta, Avellino, Nola, Napoli, Pozzuoli ecc….

Ma in ogni caso, già al tempo - impagabile quanto irriproducibile persino nella memoria - del nostro studio, noi attraversavamo impavidi confini e delimitazioni, per recarci ora a Pozzuoli, ora a Sorrento, ora a Marechiaro, senza dimenticare le nostre sortite per motivi liturgici (quando andavamo a cantare e suonare nelle parrocchie) o biblico-pastorali (quando ci incontravamo ancora costì o presso alcune famiglie che ci aprivano la porta di casa e ospitavano i nostri incontri), nei quali cercavamo di crescere insieme, anche e soprattutto con giovani studenti universitari che provenivano da altre sedi.... (continua dopo le foto alla pagina successiva)

e due...

 

                  Ma ecco qualcosa che è rimasto a me di quegli anni:    
Qui la nostra classe con il rettore d'allora, Petruccelli  

 

 Una delle nostre sortite liturgiche domenicali ... >

Non manca qualche foto dei primi incontri: ORSOMARSO/1
 

 

... >  simile alle sortite pastorali, qui con don Antonio nei pressi di Cancello

ORSOMARSO/2 (la data indica 1974) >>>>

 


ORSOMARSO/3:  qualcuno di noi al mare di Scalea

Vai alla pagina successiva ---->