SOLITUDINE

Solo in un angolo del mondo,
pregai intensamente,
sulla nostra misteriosa vita
in continuo viaggio.
Fra il cielo e la terra,
sognai l'immensità...
Due ombre innocenti si baciavano
in quel misterioso sogno della natura.
Un brivido di sogno, un attimo di febbre
cocente e spasimante, vidi la terra tremare.

Vidi tanto sangue innocente ed ingiustamente
distruggersi senza pietà.
Fermati essere umano,
non spargere più sangue,
pensa anche tu che un giorno
nel tuo passaggio
tremerà la tua banale grandezza:
nella polvere misteriosa di ogni tempo,
e del nostro tempo:
Pensa, essere umano, che un giorno passeremo tutti
allo stesso traguardo.

Pietro Rattacaso
TORTORA (COSENZA)